Abitate da millenni le isole maltesi hanno avuto una storia lunga ma non sempre travagliata ed oggi è in grado di mostrarci alcuni dei resti preistorici più antichi e raffinati al mondo. Custode di ben 3 siti Patrimonio dell’ UNESCO permette di scoprire un bel pezzo di storia di Malta.

picmonkey-collage

Circa mille anni prima che fosse costruita la grande piramide di Cheope, gli abitanti di Malta erano in grado di lavorare giganteschi monoliti che arrivavano a pesare cinquanta tonnellate e di innalzare edifici elaborati, orientati a quanto pare verso il punto in cui sorgeva il Sole.

20161007_094546

5000 anni fa: doveva trattarsi di un periodo di pace perchè  non ci sono tracce di strutture difensive, inoltre i costruttori dovevano disporre di risorse economiche per pagare forza lavoro e materiali, i quali, ci chiediamo, come facessero a essere trasportati vista la loro maestosità.

maestosi

Ci chiediamo poi a che scopo faticare così tanto, che funzione avevano questi Giganti?

Mistero

20161007_094242

E come mai  sono stati abbandonati all’ improvviso, che fine ha fatto la popolazione pacifica che li  ha eretti?

Noi abbiamo visitato  le costruzioni di Hagar Qim e Mnajdra sull’ isola di Malta, posizione impareggiabile in cima alla scogliera che si affaccia sul mare e davanti all’ isolotto di Fifla.

Al tramonto.

20161006_163719

picmonkey-collage
Isolotto di Fifla

I templi di Ggantija a Gozo ci hanno dato il benvenuto di prima mattina quando il sole non brucia ancora e i turisti se ne stanno seduti davanti a una tazza di caffè: bel centro visitatori con bacheche che illustrano il contesto storico ed espongono molti dei reperti recuperati nella zona, tra cui le celebri “donne grasse”.

donna

Anche noi abbiamo voluto lasciare un ricordo del nostro passaggio… chissà mai che fra 5000 anni qualcuno ci menzionerà!!!

picmonkey-collage

 Quante domande avremmo potuto porci in qualche altro giorno di vacanza…: avrei anche fatto volentieri un bagno a Ghar Lapsi sulla strada del ritorno dai templi e sarei passata sotto al Blu Grotto a nuoto se fossi riuscita a trovarla.

Con qualche giorno in più avrei di sicuro visitato quello che a dir di molti sembra essere il sito più straordinario di tutti:

l’ Ipogeo di Hal Saflieni

necropoli sotterranea scavata interamente nella roccia viva più di 5000 anni fa,  sarei scesa in un mondo misterioso che si stima abbia dato sepoltura a 7000 persone…

Annunci